Inchiesta Cronaca Politica Economia Ambiente Sociale Università Lifestyle Cultura Sport
In Regione Venezia-Mestre Padova Vicenza Treviso Verona Belluno Rovigo
Porto Tolle, il Consiglio di Stato sblocca l'iter per la riconversione

ROVIGO - Si sblocca finalmente la vicenda della riconversione della centrale Enel di Porto Tolle. Il Consiglio di Stato nella tarda serata di ieri ha emesso la sentenza che riattiva l'iter autorizzativo per la trasformazione del sito da olio a carbone. Con questa sentenza ora il ministero dell’Ambiente potrà riavviare il procedimento di Via (Valutazione impatto ambientale) applicando la legge della regione Veneto del luglio 2011 che ha modificato le norme istitutive del Parco del Delta del Po. Una volta ottenuto il Via, un decreto del ministero dello Sviluppo Economico consentirà all'Enel di avviare la conversione.
“E' una vittoria del sindacato, ed in particolare della Cisl – ha affermato il segretario generale del sindacato, Raffaele Bonanni -. Ora speriamo che il Governo si muova in tempi brevi per il via libero definitivo, in modo da avviare rapidamente i lavori per questa importante opera pubblica, fondamentale sia dal punto di vista energetico ed ambientale, con un abbattimento del 50% delle emissioni, sia per lo sviluppo economico della zona”.
Il progetto di riconversione fu presentato ben 7 anni fa, e da allora ha subito numerosi stop a causa di vari ricorsi. La riconversione trasformerà l’attuale centrale in un impianto di potenza inferiore ma all’avanguardia sul fronte delle tecnologie. Il passaggio al carbone pulito (in luogo dell’olio combustibile) sarà accompagnato da alcune radicali modifiche all’impianto: la più rilevante è la riduzione del numero dei gruppi di produzione dell’elettricità, da quattro a tre. La centrale di Porto Tolle sarà equipaggiata con un innovativo sistema di cattura e sequestro dell’anidride carbonica, per il quale l'Unione Europea ha già stanziato un contributo di 100 milioni di euro. Una volta completato, l’impianto sarà in grado di abbattere le emissioni di Co2 su uno dei tre gruppi.

Pubblicato il 20/06/2012

Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Nome:


Email:


Testo:


Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero su Veneto7giorni. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto. Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere: - espressioni volgari o scurrili - offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc. Veneto7giorni non può in alcun modo essere ritenuto responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti. I contributi che risulteranno in contrasto con i suddetti principi verranno cancellati dalla redazione entro 24 ore, senza che per Veneto7giorni vi sia alcun obbligo di preavviso. Ciascun partecipante si assume la piena responsabilità penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri messaggi e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi.

Ultimi commenti