Inchiesta Cronaca Politica Economia Ambiente Sociale Università Lifestyle Cultura Sport
In Regione Venezia-Mestre Padova Vicenza Treviso Verona Belluno Rovigo
Aggredita al rientro a casa, trevigiana vittima di violenza

TREVISO - Una 38enne è stata aggredita lunedì sera, attorno alle 20.45, mentre rientrava a casa a piedi subito dopo aver parcheggiato l'auto in via San Zeno. Un maniaco l'ha afferrata alle spalle allungando subito le mani sulle parti intime.

La donna ha subito reagito urlando, cosa che ha fatto scappare l'uomo. La 38enne è corsa fino all'ingresso di un condominio, continuando a urlare. Un residente ha così chiamato i carabinieri che hanno raccolto la denuncia della donna e cominciato a setacciare la zona. L'identikit in mano ai militari è piuttosto sommario dato che la 38enne non ha visto bene in faccia il suo aggressore. Determinanti in questo senso potrebbero essere le telecamere della zona.

Pubblicato il 20/03/2012

Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Nome:


Email:


Testo:


Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero su Veneto7giorni. Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto. Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere: - espressioni volgari o scurrili - offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc. Veneto7giorni non può in alcun modo essere ritenuto responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti. I contributi che risulteranno in contrasto con i suddetti principi verranno cancellati dalla redazione entro 24 ore, senza che per Veneto7giorni vi sia alcun obbligo di preavviso. Ciascun partecipante si assume la piena responsabilità penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri messaggi e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi.

Ultimi commenti